Stili di arredamento, i 13 che devi conoscere

Stili di arredamento da conoscere assolutamente per arredare casa: ecco tutti i nomi dei più famosi.

Vogliamo cambiare stile di arredamento alla nostra casa, ma non sappiamo da dove cominciare? Oppure stiamo per entrare in un nuovo appartamento e desideriamo tanto che abbia uno stile unico, che ci faccia stare bene?

O infine, vogliamo conoscere tutti gli stili di arredamento più famosi del momento? Ebbene, siamo nel posto giusto!

Oggi infatti andremo alla scoperta dei diversi stili con cui possiamo arredare casa, passando da quelli più comuni, fino ad arrivare alle tendenze di nicchia. Cominciamo!

stili di arredamento
Stili di arredamento, i 13 che devi conoscere.

Stili di arredamento, ecco tutti i nomi

Vediamo ora l’elenco completo di tutti gli stili di arredamento più famosi:

  1. industriale,
  2. shabby chic,
  3. urban jungle,
  4. minimal,
  5. campagna francese,
  6. scandinavo,
  7. boho chic,
  8. etnico,
  9. mediterraneo,
  10. rustico,
  11. moderno,
  12. contemporaneo,
  13. eclettico.

Arredamento in stile industriale

Iniziamo subito analizzando le caratteristiche principali dello stile industrial.

Come suggerisce anche il nome, questo stile si rifà al mondo industriale. Abitazioni di questo tipo si distinguono perché espongono elementi che in altri stile vengono ben celati, come i muri in mattone o i condotti vari.

Elementi moderni e antichi trovano qui un loro equilibrio. I toni più utilizzati sono scuri, mentre i materiali più amati sono il metallo, il legno, il cemento e la pelle.

Per scoprire tutti i dettagli su questo stile, ecco l’approfondimento dedicato allo come realizzare una casa in stile industriale.

arredamento stile industriale
Arredamento in stile industriale.

Arredamento in stile shabby chic

Questo stile, molto amato negli ultimi anni, piace per il suo carattere rilassato.

Lo stile Shabby Chic infatti fonde un’ispirazione vintage con elementi leggeri. Spesso infatti vengono inseriti in queste case anche mobili ed elementi che appaiono usurati, ma che risultano poi molto pratici.

C’è una sorta di fascino per il mondo dell’antiquariato, che però si unisce al desiderio di leggerezza.

Arredamento in stile urban jungle

L’arredamento in stile urban jungle è la sintesi perfetta per chi vuole portare degli elementi naturali all’interno di un contesto fortemente urbano.

In una casa con questo stile le protagoniste sono le piante, in una varietà di forme, dimensioni e specie.

Questo stile inoltre può essere utilizzato in tutte le stanze di casa, ma può anche essere scelto per uno spazio specifico, che vogliamo rendere più rilassante.

Infine, si abbina bene anche con altri tipi di arredamento, come quello industrial. Ne parliamo ampiamente nella guida all’arredamento jungle chic.

urban jungle style
Stile urban jungle in salotto.

Casa minimal

Una casa arredata in stile minimal si distingue per l’enfasi che viene posta sul minimalismo, declinato in tutte le sfaccettature che caratterizzano gli interni.

E così in un’abitazione minimal abbiamo mobili e accessori semplici e funzionali, ma anche colori neutri.

La parola chiave è la semplicità.

Arredamento in stile campagna francese

L’arredamento in stile campagna francese si distingue per i mobili antichi, che evocano al tempo stesso un’atmosfera confortevole e sofisticata.

Molto usati il legno e altri elementi naturali, come la pietra, ma possono esserci anche dettagli in ferro battuto.

Per quanto riguarda i colori, sono da preferire le tinte calde, che creano un senso di accoglienza e serenità.

stili arredamento casa
Stili arredamento casa: la guida con tutti i nomi.

Arredamento in stile scandinavo

Gli interni in stile scandinavo si distinguono per 2 caratteristiche distintive:

  • funzionalità,
  • minimalismo.

Come si distingue dallo stile minimal? Oltre ad essere funzionale, è anche uno stile che enfatizza l’accessibilità.

E’ inoltre uno degli stili più facili da riconoscere, con spazi ampi pervasi da un’atmosfera rilassante, armoniosa e senza eccessi.

Alcuni elementi distintivi sono le pareti bianche, i grandi specchi e tessuti stratificati. Ovviamente questo stile poi non può essere separato dal concetto danese di hygge.

Questa tendenza nasce dalla fusione degli stili di design che nascono nel XX secolo in Svezia, Danimarca, Finlandia, Islanda e Norvegia.

I mobili nascono per durare nel tempo e viene data priorità agli spazi open space.

Per approfondire, ecco la nostra guida all’arredamento in stile scandinavo.

Arredamento in stile boho chic

Colori audaci, atmosfera rilassata e natura sono gli elementi che caratterizzano principalmente lo stile boho chic.

Le ispirazioni possono arrivare da tutto il mondo: Marocco, Giappone, Sahara,… Il risultato è un mix di tessuti pregiati, dall’accento lussureggiante, pellami, stampe colorate, motivi audaci e mobili recuperati nei mercatini dell’usato.

Casa in stile etnico

L’arredamento in stile etnico si distingue per alcune caratteristiche fondamentali.

Innanzitutto le fonti di ispirazione per una casa con questo stile sono i paesi di Africa, Asia e Sud America.

Le atmosfere di questi luoghi lontane vengono ricreate in maniera più o meno decisa, con l’aggiunta di elementi che spesso provengono da queste zone.

Sì infine all’uso di legno, pelle, rafia e metallo, meglio ancora se lavorato.

Arredamento in stile mediterraneo

Le case arredate in stile mediterraneo si rifanno alle abitazioni tipiche che possiamo trovare in Spagna, Grecia e Italia, dato che questo stile ha le sue radici proprio in queste zone a nord del Mar Mediterraneo.

Il risultato è un ambiente caldo, che si sposa alla perfezione con la natura circostante.

I mobili sono in legno, spesso scuro e decorato. Per quanto riguarda l’architettura delle case che hanno questo stile, elementi distintivi sono archi e colonne, che non mancano mai.

I colori prediletti sono quelli legati alla terra: marrone, terracotta, ocra, sabbia. Ma anche il blu del Mediterraneo.

Per decorare possiamo anche far uso di mosaici e piastrelle, che sicuramente rendono più interessanti gli ambienti.

Arredamento in stile rustico

Lo stile rustico trae le sue origini dal movimento romantico e si basa sulla bellezza della natura.

Spesso in case di questo tipo vediamo un soggiorno con caminetto centrale, ampio uso di legno, pietra e pelle, stampe con fantasie non vistose e un’atmosfera accogliente.

Per dare un tocco di originalità, possiamo aggiungere elementi in stile industriale, come delle lampade a sospensione.

Arredamento moderno

Prima di tutto, è importante sottolineare come i termini “moderno” e “contemporaneo” non siano sinonimi, soprattutto quando si parla di interni. In questa sezione e nella seguente scopriremo nello specifico tutte le differenze.

In una casa in stile moderno domina una palette con bianco e nero come protagonisti, accompagnati da tocchi di colore primari, mentre vengono utilizzati ampiamente acciaio e vetro. Il risultato finale è uno stile accogliente, con colori e linee pulite.

Influenzato dalle tendenze tedesche e scandinave, questo stile ha come fulcro la praticità, che domina rispetto alla forma.

In questo caso si prediligono case con pianta aperta. I mobili invece sono funzionali e dalle linee pulite.

Protagonista di questo stile di arredamento è l’illuminazione, che viene utilizzata per sottolineare determinati elementi e metterli in risalto.

Arredamento in stile contemporaneo

Parliamo ora dell’arredamento in stile contemporaneo, diverso da quello moderno.

Quando parliamo di arredamento contemporaneo infatti ci riferiamo a quello che è di tendenza in questo preciso momento storico.

Facciamo un esempio che ci rende chiara la differenza. Una casa arredata in stile contemporaneo nel 2000 non è necessariamente ancora contemporanea oggi, dato che le tendenze nel mondo dell’interior design sono cambiate.

Viceversa, una casa arredata nel 2000 in stile moderno sarà ancora oggi considerata con quello stile, dato che il modern style non subisce le influenze del cambiamento di tendenze.

Nella maggior parte dei casi, le case in stile contemporaneo oggi prediligono la pianta aperta ed hanno come focus il risparmio energetico. Questa attenzione per l’ambiente si declina anche nella scelta dei materiali, che sono perlopiù ecologici o comunque riciclati.

Per quanto riguarda invece il colore, i toni neutri sono i veri protagonisti di questo stile.

Arredamento in stile eclettico

Una casa arredata in stile eclettico è sicuramente vistosa.

Questa tendenza infatti ama trovare ispirazione da un’ampia selezione di fonti e per questo il risultato sono case con un mix di elementi, provenienti da epoche diverse o anche da stili differenti.

Il risultato però non è confusionario, ma anzi è piacevole e armonico. Raggiungere questa armonia è probabilmente l’aspetto più difficoltoso.

Elementi che a prima vista potrebbero sembrare essere messi quasi a caso sono invece accuratamente pianificati, in modo da raggiungere un equilibrio che non sopraffà l’osservatore.

Spesso quindi vengono usate texture differenti, con elementi a sorpresa che lasciano piacevolmente senza fiato.

In conclusione

Eccoci arrivati alla fine di questa guida ai diversi stili di arredamento, con tutti i nomi delle diverse tendenze e le principali caratteristiche di ciascuna.

Alcuni di questi stili sono destinati ad avere un successo di breve durata, altri invece continuano ad essere amatissimi, nonostante il passare degli anni.

Comunque sia, ogni stile si differenzia per le scelte che possiamo fare in termini di mobili, accessori, decorazioni, illuminazioni ed elementi architettonici.

Ora che conosciamo i differenti stili, possiamo scegliere quello che più ci piace per la nostra casa.