Tetrapak dove si butta

Dove si butta il tetrapak: ecco come smaltire correttamente questo materiale quando facciamo la raccolta differenziata.

La raccolta differenziata è un’abitudine molto importante per la salvaguardia dell’ambiente, ma per certi materiali è davvero difficile capire quale sia il giusto contenitore dello sporco.

Uno di quelli che crea maggiori dubbi è proprio il tetrapk, che spesso troviamo nelle nostre dispense.

In questa guida quindi andiamo a risolvere definitivamente il problema e capiamo dove gettarlo, una volta per tutte.

Cominciamo!

tetrapak dove si butta
Dove si butta il tetrapak.

Tetrapak, dove si butta

Rispondiamo subito alla domanda “dove si butta il tetrapak?”.

Il tetrapak deve essere gettato nella carta o nella plastica, a seconda del comune nel quale ci troviamo.

Con certi materiali infatti (come l’alluminio da cucina), ogni comune ha la facoltà di procedere con differenti tipi di smaltimento e quindi può cambiare il bidone nel quale va conferito.

La soluzione migliore per essere certi di non commettere errori durante lo smaltimento è quella di contattare l’isola ecologica della nostra zona e chiedere direttamente chiarimenti.

In ogni caso, non devono esserci residui di cibo sul tetrapak ed è opportuno schiacciarlo, in modo che occupi meno spazio nei bidoni della spazzatura.

Il fatto che non esista una regola unica su dove buttare il TetraPak in effetti è uno svantaggio per noi cittadini: è normale che si creai una certa confusione, se lo smaltimento varia da zona a zona.

Oltretutto questo pone il problema del corretto smaltimento del tetrapak anche quando ci troviamo lontano da casa, in un comune che magari smaltisce questo materiale in modo differente da come siamo abituati.

Per questo sarebbe auspicabile una linea guida universale, che però ad oggi ancora manca.

Cosa è il tetrapak

Ma che cos’è il tetrapak?

Si tratta di un materiale composto da un mix di carta, alluminio e polietilene.

Viene utilizzato per produrre confezioni per il latte, i succhi di frutta, la passata di pomodoro, i legumi o ancora il cibo per cani e gatti.

Il fatto che sia composta da 3 diversi materiali ne rende più complesso lo smaltimento, che varia da zona a zona.

La buona notizia è che comunque il Tetrapak può essere riciclato.

Semplicemente, prima di farlo deve essere scomposto nei tre materiali da cui è composto, che poi possono essere riciclati separatamente.

Leggi anche:
– Cartone della pizza sporco, ecco dove si butta.

Per concludere

Bene, ora sappiamo dove si butta il tetra pak e possiamo fare correttamente la raccolta differenziata.

Certo il fatto che il suo smaltimento vari da zona a zona non è un aiuto per noi cittadini, ma purtroppo al momento la situazione in Italia è questa.

Ricordiamo quindi che se andiamo in vacanza o comunque dobbiamo gettare il tetrapak in un comune diverso da quello cui siamo soliti, la cosa giusta da fare sarebbe contattare l’azienda che si occupa dello smaltimento per sapere se in quella zona il tetrapak va gettato nella carta o nella plastica.

Ci sono altri materiali difficili da smaltire, o meglio, da smaltire correttamente. Si tratta di sostanze che troviamo comunemente nelle nostre case, ma al momento di gettarle ci creano qualche difficoltà.

Per risolvere ogni dubbi, abbiamo creato delle guide ad hoc, dedicate proprio al corretto smaltimento di: